.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Noir metropolitano privo di personalità

Black Mass - L'ultimo gangster

L'ordinario connubio tra criminalità e potere


di Roberto Leggio


Jimmy Bulger, detto Whitey, è un boss di mezza tacca nella Boston degli anni ’70. Fratello del senatore del Massachussets si prodiga per la madre e un figlio che conosce appena (ma ama alla follia) è amico di John Connolly, sbirro dell’Fbi, anch’egli nato e cresciuto nei bassifondi della città. Criminale in stasi, trova il modo di espandersi, quando Connolly gli propone di fargli da informatore per “debellare” il cancro mafioso italiano. Per Whitey è la svolta. In breve acquisisce potere, diventando più scaltro, violento e feroce, garantendosi immunità compromettendo sempre più la legge ed in parte il fratello “ignaro”. Vent’anni dopo molte teste cadranno ed gli finirà a scontare due ergastoli e svariati anni di carcere dopo una lunghissima latitanza.


Strizzando l’occhio al gangsterismo da strada di Martin Scorsese, ma non avendone la stoffa; Scott Cooper dirige un noir metropolitano che avanza per addendi senza mai creare tensione ne pathos. Droga, affari illeciti, regolamenti di conti, tradimenti e omicidi sempre più efferati, Black Mass non aggiunge nulla che The Departed o Quei Bravi Ragazzi non avessero già messo in scena, restando distaccato e distante, mostrando più che altro una violenza gratuita che porta ad un potere criminale immenso e la deriva della legge costituita in perenne bilico tra il lecito e l’illecito. Johnny Deep, mono espressivo biondo e con l’occhio azzurro è un malvagio ordinario freddo e calcolatore privo di sfumature da sembrare la caricatura di se stesso e nulla più.
Giudizio **



Clicca "MI PIACE" su Facebook
Se ti è piacuto l'articolo, fallo sapere all'autore: clicca "Mi PIACE" e aggiungi i tuoi commenti sulla pagina Facebook di Cinebazar.

Vai alla pagina di Cinebazar su Facebook



(Giovedì 8 Ottobre 2015)


Home Recensioni      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro