.


Recensioni Festival Eventi Sipario Home video Ciak si gira Interviste CineGossip Gadget e bazar Archivio
lato sinistro centro

Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Unico film italiano a Cannes

Le conseguenze dell'amore

Paolo Sorrentino sulla Croisette


di Oriana Maerini


"Le conseguenze dell'amore" è l'unico film italiano selezionato dalla commissione ufficiale del Festival di Cannes 2004, del regista napoletano Paolo Sorrentino.

Il film narra le vicende di Titta Di Girolamo (Toni Servillo), un uomo d'affari di mezza età che vive in una stanza d'albergo praticamente da otto anni.
Lui ha un "segreto inconfessabile" che lo tormenta. Spetterà a Sofia (Olivia Magnani), la cameriera del bar dell'albergo, riuscire a perforare la robusta corrazza che il "commercialista" Di Girolamo si è costruito in anni di solitudine e rompere la tremenda monotonia della sua vita.
Nonostante la trama e l'interessantissimo spaccato su una "Cosa nostra" vista dal di dentro, questo film non è solo un noir.
A tratti sembra una commedia, e tocca temi importanti come la vita e la morte. Sofia (Olivia Magnani), la cameriera del bar dell'albergo, è una giovane fanciulla di una bellezza ordinaria ma, al tempo stesso, dalla presenza così leggiadra e angelica da rompere la tranquilla monotonia della vita di Titta.
Che perciò verrà messo di fronte a quelle tremende conseguenze d'amore di cui parla il titolo:"Sedendomi a questo bancone, faccio la cosa più pericolosa di tutta la mia vita".

Al festival il film ha ricevuto delle critiche positive, e questo fa ben sperare per il nostro cinema. Anche tutti gli altri sfidanti in gara, quest'anno, sono di ottimo livello.



(Giovedì 20 Maggio 2004)


Home Archivio      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

lato destro